Matrimoni 2020 e fase 2: sposi e professionisti in cerca di risposte

by
Matrimoni fase 2

 

Matrimoni 2020 e fase 2: sposi e professionisti in cerca di risposte

Sono passati pochi giorni dall’inizio della fase 2 in Italia, ma in assenza di condizioni sostenibili e certezze per il settore del wedding, i futuri sposi continuano a misurarsi con lo stesso amletico interrogativo: aspettare che la situazione cambi, o rimandare le nozze al 2021?

E’ questa la domanda che continua a tormentare molte coppie di futuri sposi che ormai da mesi (se non addirittura anni) avevano scelto questo 2020 per convolare a nozze.

Dopo tanti sacrifici e tanto impegno per poter finalmente unirsi in matrimonio e iniziare la propria vita insieme, questi sposi rischiano di veder slittare il giorno del sì di un altro anno, rimandando le nozze a tempi più favorevoli.

Moltissimi sono i matrimoni già spostati, soprattutto quelli di Aprile, Maggio, Giugno e i primi di Luglio: tra questi eventi, qualcuno è stato posticipato in questo autunno e inverno 2020, qualcun altro ha puntato direttamente al 2021 (la pandemia ha lasciato all’altare 17mila sposi e la perdita stimata per l’intero comparto rispetto al 2018 è di 26 miliardi, dati Istat, Sole 24ore, Assoeventi, ndr)

matrimoni covid 19

SPOSTARE LE NOZZE DI UN ANNO: UNA SCELTA SPESSO OBBLIGATA

Spostare le nozze di un altro anno è una scelta difficile e pesante da fare. Per molti non è nemmeno stata una scelta, ma una strada obbligata da diversi fattori. 

Primo fra tutti, le incertezze economiche: sono già diverse le coppie che non potendo più contare su un lavoro sicuro e stabile a causa di questa pandemia, hanno dovuto ricorrere ai ripari, posticipando il matrimonio al prossimo anno.

Un altro motivo che ha spinto molte coppie a posticipare direttamente al 2021 è stata l’incertezza di poter contare sulla presenza di tutti gli invitati, soprattutto quelli provenienti dalle zone più colpite da questo virus, come il nord Italia.

Ma ci sono coppie ancora stabili a Luglio, Agosto, Settembre e Ottobre, che vivono questi mesi nell’attesa che qualcosa cambi, che la situazione migliori e che il loro sogno possa comunque realizzarsi quest’anno.   

matrimoni 2020

WEDDING INDUSTRY E SPOSI IN CERCA DI CERTEZZE

Tuttavia, pur mantenendo un atteggiamento fiducioso e ottimista, anche le coppie che resistono in questo 2020 hanno bisogno di certezze, così come ne hanno bisogno i professionisti del settore: tutto il comparto della wedding industry infatti si è ritrovato paralizzato e letteralmente in ginocchio, senza prospettive nè certezze riguardanti i prossimi mesi, ma soprattutto senza un concreto sostegno economico da parte dello Stato.

In questi mesi gli imprenditori del wedding business hanno cercato in tutti i modi di far sentire la propria voce ai piani alti del governo. Un’importante iniziativa, a cui io stessa ho preso parte, è quella nata in Sicilia per opera dell'imprenditore siciliano (settore abiti da sposa) Umberto Sciacca, e la manager di Expò Catania, Barbara Mirabella; i due imprenditori infatti, attraverso una lettera inviata al presidente Mattarella, al premier Conte e a i presidenti di tutte le Regioni, si sono fatti portavoce di una comunità di 3200 imprenditori del matrimonio da Nord a Sud, che hanno riunito sotto il nome “Italian Wedding Industry”.

matrimoni covid 19

MATRIMONI E MASCHERINE: UN CONNUBBIO DIFFICILE DA ACCETTARE

 È recentissima la dichiarazione del presidente della regione Sicilia Nello Musumeci, che annuncia nella regione una ripartenza improvvisa dei matrimoni dal prossimo 3 Giugno. Ma le misure di sicurezza saranno davvero sostenibili per questo settore? Nella speranza di poter ripartire la cosa che più spaventa sia gli sposi che i professionisti è infatti la difficoltà per questo settore di adattarsi alle possibili e probabili misure di distanziamento sociale legate al virus: è difficile accettare di vivere un giorno di festa, di abbracci e di emozioni come il matrimonio dovendo indossare delle mascherine o dovendo mantenere delle distanze di sicurezza. Le mascherine potrebbero essere un problema anche per chi dovrà lavorare duramente per la realizzazione del sogno degli sposi, soprattutto con le temperature estive: stiamo parlando per esempio dei camerieri e del personale di sala, che vive la giornata del matrimonio in movimento continuo, o degli chef e i responsabili delle cucine, a stretto contatto con i fornelli e i vapori delle pietanze che preparano e che hanno la necessità di assaggiare.

Matrimonio mascherine

MATRIMONI AI TEMPI DEL COVID: GLI SCENARI POSSIBILI

La situazione non è semplice, ma nessuno di noi vuole arrendersi senza lottare, nessuno di noi vuole perdere la speranza, perché se c’è una cosa che abbiamo imparato da questa esperienza è che niente è davvero prevedibile. Provate semplicemente a pensare a quanto era “normale” il mondo solo 3 mesi fa, in mezzo alle sfilate di carnevale: nessuno di noi aveva idea di quello che sarebbe successo da lì a pochi giorni. Dunque, chi può dirci veramente come sarà il mondo tra 3, 4, 5 mesi?

Per questo l’unica cosa saggia da fare al momento, nell'attesa che qualcosa cambi, è provare a fare un gioco mentale e ragionare per scenari.

Nello scenario più ottimista, possiamo chiederci:

  • E se con l’innalzamento delle temperature estive, il virus si possa davvero indebolire?
  • E se, in attesa del vaccino, si riescano a trovare delle cure che possano aiutarci a fronteggiare meglio questo virus (come i già numerosi progressi fatti nel trattamento medico del covid 19)?
  • E se questi miglioramenti possano escludere a lungo andare le misure di sicurezza obbligatorie, permettendoci di tornare a vivere più serenamente anche gli eventi?

Ma in una bilancia di valutazioni, è prudente pensare anche agli scenari negativi:

  • E se con la fine della quarantena e la ripresa dei contatti tra la gente, si verificasse una nuova ondata di contagi che potrebbe compromettere di nuovo tutto il sistema?
  • E se l’imposizione per legge delle misure e distanze di sicurezza durasse davvero fino all’arrivo del vaccino, sarò disposto a sposarmi rispettando queste nuove condizioni?
  • E se la gente facesse fatica a tornare a vivere senza paura un assembramento come un matrimonio o un qualsiasi evento comunitario, sarò disposto ad avere meno ospiti di quelli previsti e dichiarati nei contratti stipulati con le location?

Sono queste le situazioni che potrebbero verificarsi nei prossimi mesi. Ma tra i vari scenari che abbiamo analizzato, solo una cosa è certa: l’incertezza. In questo momento storico, che vede il mondo intero stravolto da una pandemia, nessuno può darci risposte certe, e la possibilità di sposarsi quest’anno rimane un’incognita a cui nemmeno i più grandi scienziati sanno rispondere; è stato proprio il comitato scientifico anzi ad esprimere perplessità e dissenso per questa ripartenza, gli scienziati avrebbero aspettato ancora un po'. Dunque, senza modelli predittivi nemmeno da parte del mondo scientifico, siamo tutti nella stessa barca, tutti alle prese con qualcosa di sconosciuto, tutti vittime degli eventi, persino il nostro governo.

fedi nuziali

MATRIMONI E INCERTEZZE: IL SOSTEGNO NECESSARIO

In attesa che la natura e la ricerca scientifica facciano il loro corso, e che il pericolo possa allontanarsi sempre di più, l’unica cosa che possiamo davvero chiedere è SOSTEGNO, sia per gli sposi che per le aziende: 

  • Le aziende: hanno bisogno di un SOSTEGNO concreto in termini economici da parte del governo, che nell’impossibilità di garantire il diritto al lavoro, dovrebbe almeno impegnarsi per garantire il diritto alla sopravvivenza di questo lavoro, pensando anche e soprattutto a tutti i lavoratori stagionali coinvolti, oltre che alla salvaguardia delle aziende;
  • Gli sposi: hanno bisogno di un SOSTEGNO in termini di disponibilità e umanità da parte dei loro fornitori, che oggi più che mai dovrebbero dimostrare la più ampia comprensione e disponibilità, soprattutto per garantire un’eventuale piano B e dunque assicurare un’eventuale seconda data 2021.

Sono tantissimi infatti i fornitori del matrimonio che, per andare incontro agli sposi, stanno garantendo alle coppie non una ma ben due date: la data originale fissata per questo 2020 e una seconda data con un punto interrogativo per il 2021.

sposi fase 2
MATRIMONI 2020: UNIONE E SOLIDARIETA’

Sono inoltre partite diverse iniziative da parte del settore per venire incontro agli sposi: una di queste è l’iniziativa HELP SPOSE promossa e ideata da Cira Lombardo, una delle più influenti wedding planner e formatrici del wedding in tutto il territorio italiano. L’idea geniale di Cira ha riunito in un unico portale online tante wedding planner italiane, da nord a sud, che hanno dato la loro disponibilità per sostenere in modo gratuito e solidale tutte le spose in difficoltà ( https://www.accademiadelwedding.com/help-spose/).

Anch’io, come wedding planner e designer siciliana, mi sono iscritta al portale per dare il mio personale contributo e supporto. Ne approfitto per invitare tutte le future spose in cerca di consigli pratici e sostegno a contattarmi sui miei canali social o alla mia mail info@barbaraeventi.it: sarò a vostra disposizione per guidarvi nei passaggi di riorganizzazione del matrimonio, per darvi delle idee creative, per progettare insieme un change the date o una nuova partecipazione digitale gratuita o anche per una semplice telefonata di conforto e supporto emotivo.

Anche se questo virus ha stravolto le nostre vite, c’è stato un aspetto positivo, un virus di risposta che si è diffuso a macchia d’olio, dando a tutti noi un po’ di coraggio e forza per reagire: il virus della solidarietà. Non è mai stato tanto bello respirare questo vento di unione e collaborazione che sta coinvolgendo tantissimi ambiti della nostra vita.

Si dice che l’unione fa la forza; speriamo allora che questa unione ci permetta di poterci rialzare e di ricominciare a sognare insieme il vostro giorno del sì.

help spose cira lombardo iniziativa solidale
SPOSE 2020: DELLE VERE DONNE CORAGGIO

Di certo nessuna sposa si poteva aspettare di vivere gli ultimi mesi prima delle nozze in questo clima di assoluta incertezza, ma le spose 2020 non sono spose come le altre: le spose 2020 stanno dimostrando di essere donne forti e coraggiose, perché ci vuole coraggio a spostare di un anno il proprio matrimonio a pochissimi mesi da quest’ultimo, così come ci vuole coraggio a non spostarlo e ad aspettare fino alla fine, in piena pandemia. Questo virus ha colpito il vostro anno, ma di certo non ha colpito la vostra voglia di credere ancora in questo sogno, e anche se non ci crederete, alla fine di tutto questo voi sarete premiate: perché anche se sceglierete di rimandare, quando quel giorno arriverà la gioia sarà dieci, cento, mille volte superiore a quella di qualsiasi altro matrimonio, per voi e per tutti i presenti. Con le coppie 2020 si scriveranno i lieto fine più sentiti, intensi e indimenticabili di tutta la storia, perchè ogni singolo abbraccio e gesto d’affetto non sarà scontato, ma tornerà ad avere la sua straordinaria importanza.

matrimonio 2020 virus